One Comment

  1. Non sono capace di trovare le parole giuste per complimentarmi con te e con il tuo scritto, così secco, puntuale, quasi oggettivo e allo stesso tempo ricco di empatia. All’inizio, dopo aver scoperto quasi per caso quest’articolo, ho storto un po’ il naso per lo stile un po’ troppo “alla Saviano”, poi, proseguendo nella lettura, ho iniziato ad apprezzare il tuo sforzo di raccontare una storia, una persona e le sue vicissitudini, in modo umano, quasi spersonalizzandoti dal ruolo di “cronista” o di “giornalista” e immedesimandoti in una persona che vive una realtà paradossale e tenta di spiegare una malattia che in pochi riconoscono. Ammetto che il tuo sforzo di raccontare una storia così complessa è difficile, ma non vano. Sei stata capace di mettere in rilievo non solo l’aspetto scientifico della Sensibilità Chimica Multipla, ma anche quello umano. E lo hai fatto usando le parole della donna che hai intervistato. Lo apprezzo molto. Per quello che può valere il mio apprezzamento…

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...